SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI PARI O SUPERIORI A: ITALIA 74.90€/EUROPA 160€

Intolleranza al lattosio: sintomi, cosa mangiare e cura

Crampi addominali, diarrea e dermatite dopo aver bevuto un bicchiere di latte o mangiato un formaggio fresco? Potrebbero dipendere ad un’intolleranza al lattosio. Oggi parliamo di intolleranza al lattosio: sintomi, cosa mangiare e cura.

L’intolleranza al lattosio è un disturbo molto comune e ne soffre quasi la metà della popolazione adulta italiana con percentuali più alte nelle regioni meridionali, dove arriviamo al 70% e consiste nell'incapacità di digerire correttamente il lattosio, lo zucchero contenuto nel latte ed è molto facile da diagnosticare con test veloci e affidabili.

L'intolleranza al lattosio è un disturbo in cui il consumo di lattosio, contenuto nel latte e derivati non fermentati provoca disturbi gastrointestinali come ad esempio crampi addominali, diarrea, forte cefalea, ovvero una reazione avversa ma non allergica.

Intolleranza al lattosio: sintomi

Solitamente i sintomi dell'intolleranza al lattosio compaiono dopo mezzora ed entro le due ore dopo il pasto contenente il lattosio e sono:

  • gonfiore addominale (sintomo principale)
  • crampi
  • meteorismo
  • diarrea
  • nausea
  • forti cefalee
  • dermatiti ed eruzioni cutanee

Va ricordato che l'intolleranza al lattosio non provoca danni al tratto digerente.

Per la diagnosi dell’intolleranza al lattosio è necessario effettuare cosiddetto test del respiro o Breath test, un esame che valuta la concentrazione di idrogeno nell'aria espirata dopo un carico di lattosio. Nel caso in cui si è intolleranti si ha un picco di concentrazione di idrogeno nell’aria che si espira.

Si può anche effettuare il test dell'acidità delle feci questo è utilizzato per rilevare la sindrome dell'intestino irritabile, celiachia e malattia infiammatoria intestinale.

Intolleranza al lattosio: cosa mangiare

I soggetti intolleranti al lattosio devono preferire alimenti delattosati, ovvero quei prodotti dove il lattosio è presente in quantità minore e sono più facili da digerire. I prodotti delattosati quindi risultano adatti a tutti, anche a chi non ha nessuna forma di intolleranza, perché mantengono intatte le caratteristiche nutrizionali del latte e il suo naturale sapore.

In alternativa si possono scegliere i latti vegetali come quello di soia, di riso e d’avena ma anche lo yogurt, il kefir o lo skyr. 

Per quanto riguarda i formaggi prediligere quelli stagionati come parmigiano, grana, pecorino che grazie alle lunghe stagionature hanno perso il lattosio naturalmente.

Noi di Farmacia del Vomero ti consigliamo alcuni prodotti utili:

Lacdigest 50 compresse masticabili adatto per l’intolleranza al lattosio da deficit primario e secondario di lattasi. Da assumere in base alla gravità dei sintomi dovuti all’intolleranza e la quantità di lattosio ingerito. Scopri di più sul prodotto clicca qui.

Lacteol da utilizzare in caso di sindromi diarroiche e dispeptiche dovute dall’intolleranza al lattosio. Scopri di più su prodotto qui.

Per un consiglio personalizzato contattaci sui nostri social.

Prodotti correlati

LACTEOL FORTE 20 Cps

12,60€

LACDIGEST 50 Cpr mast.

13,42€

Commenti

Lascia un commento