SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI SUPERIORI A: ITALIA 59,90€/EUROPA 160€

Dieta vegana e dieta vegetariana: una moda sempre più diffusa

Negli ultimi anni sempre più persone stanno scegliendo di seguire due regimi alimentari diversi dalla dieta onnivora, ossia la dieta vegana e la dieta vegetariana.
Questi due regimi si distinguono dal fatto che mentre i vegetariani scelgono di eliminare dalla propria alimentazione carne e pesce, i vegani escludono anche tutti i derivati di origine animale, come uova, latte e formaggi.
Vi sono poi anche persone che fanno scelte ancora più estreme, come i crudisti che optano per il consumo di verdura e frutta non cotta per preservare intatti i valori nutritivi degli alimenti.
Le motivazioni di una dieta di tipo vegetariano sono principalmente:
    • ambientali: dati recenti affermano che l’alimentazione onnivora contribuisce all’emissione di gas a effetto serra sette volte di più di quella vegana. Inoltre, l’allevamento di animali comporta anche un costante aumento della deforestazione, per l’allevamento stesso e per la coltivazione dei mangimi; 
    • etiche: molte persone non riescono a tollerare i trattamenti riservati agli animali negli allevamenti intensivi e nella macellazione ritenendo che effettuare queste violenze gratuite per il puro soddisfacimento del palato sia ingiusto e che le proteine apportate dalla carne possano essere facilmente sostituite con l’apporto di legumi, cereali e frutta secca;
    • salutistiche: in molti si avvicinano a questi regimi alimentari per trattare patologie oncologiche, dermatiti o altre malattie di tipo infiammatorio, poiché tale dieta, se ben bilanciata, può aiutare a ridurre le infiammazioni. Ne sono, difatti, sostenitori il professor Berrino e il professor Veronesi.
Dal punto di vista nutrizionale, chi segue una dieta vegetariana e vegana deve prestare molta attenzione a reperire i nutrienti tipicamente contenuti negli alimenti di origine animale, come le proteine, il ferro e la vitamina B12, anche se bisogna evidenziare che un onnivoro che segue una dieta molto monotona può andare incontro a più carenze nutrizionali di un vegetariano che segue una dieta varia e bilanciata.
In linea generale, si può affermare che un minor consumo di carne può favorire un miglior benessere dell’organismo, dato che negli ultimi anni il benessere dell’organismo ha portato ha decuplicare il consumo di carne pro capite annuo, mentre per passare completamente ad una dieta vegetariana o vegana è importante farsi seguire, almeno nel periodo inziale, da un nutrizionista per evitare pericolose carenze.
Hai dubbi o curiosità su questo argomento? Contattaci o vieni a trovarci presso la nostra sede, lo staff della Farmacia del Vomero sarà lieto di mettere tutta la sua competenza al tuo servizio!

Commenti

Lascia un commento