SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI SUPERIORI A: ITALIA 59,90€/EUROPA 160€

Inappetenza nei più piccoli: quando c'è da preoccuparsi?

Uno dei principali timori di genitori e nonni riguardo i loro amati bambini è che non mangino a sufficienza, specialmente quando sono molto piccoli. La loro convinzione è che l’inappetenza sia il sintomo di qualcosa che non va, ma non sempre è così.

L’organismo di un neonato, infatti, è perfettamente in grado di autoregolarsi e spesso se non mangia è perché sta attraversando una fase di cambiamento, come ad esempio il passaggio dal latte alla pappa o la dentizione, che li ha momentaneamente scombussolati. 

Per cui la prima cosa che i genitori devono fare per aiutare il piccolo a superare l’inappetenza è rimanere calmi e non farsi prendere dall’ansia! Dopo di che devono cercare di capire quali siano le cause per cui il loro bimbo non vuole mangiare, per riuscire poi a trovare la risoluzione al problema. 

I neonati nei primi mesi di vita possono avere difficoltà a mangiare quando sono raffreddati, perché se il loro nasino è tappato non riescono a ciucciare e respirare allo stesso tempo.Peraiutarlo a mangiare bene può essere d’aiuto effettuare dei lavaggi nasali con soluzioni saline prima della pappa.

Se, invece, l’inappetenza si verifica durante lo svezzamento bisogna prestare attenzione a comprendere se il piccolo abbia bisogno di più tempo per gradire il sapore e le consistenze delle nuove pietanze o se, invece, possa avere qualche intolleranza. In questo secondo caso, solitamente ciò che accade è che il bimbo le prime volte mangi il nuovo alimento e che questi però gli provochi diarrea e/o vomito. Il bimbo, pertanto, associando la pappa a qualcosa di brutto inizia a rifiutare il cibo. In questo caso si consiglia di rivolgersi al pediatra per valutare la sussistenza dell’intolleranza e le strade migliori per arginare il problema.

I neonati e i bambini anche più grandi, inoltre, possono rifiutare il cibo se associano il momento della pappa con qualcosa di negativo, come situazioni troppo confusionarie, frequenti litigi, tono di voce troppo alto ecc. Per questo motivo, dato che il piccolo non ha ancora chiare certe dinamiche, è bene rispettare le sue necessità e creargli un ambiente sereno e calmo durante i pasti.

I bambini soffrono di inappetenza, inoltre, quando devono assumere antibiotici o farmaci di ugual valore, poiché alcuni principi attivi hanno proprio come controindicazione la perdita dell’appetito.

L’inappetenza nei più piccoli, perciò, può avere tante cause diverse ma deve sempre essere affrontata con il giusto approccio mentale da parte dei genitori.

Se vuoi saperne di più… contattaci attraverso il canale web che preferisci o vienici a trovare presso la nostra sede, lo staff della Farmacia del Vomero è a tua disposizione!

Commenti

Lascia un commento